Un vecchio vagone diventa bar sociale e dà lavoro ai ragazzi in difficoltà

Allestito in un vagone degli anni ’20 delle Ferrovie Nord, dà lavoro a ragazzi disabili o in difficoltà. L’iniziativa di Cascina Biblioteca, cooperativa sociale, all’interno del Parco Lambro. Trasportava viaggiatori di terza classe, oggi è luogo di ritrovo, che ospita corsi, feste, laboratori, eventi, aperitivi e concerti

La Notte dei senza dimora, sabato 14 ottobre a Milano

Una serata di musica, parole e cibo, per “riportare l’attenzione sul problema dell’emarginazione sociale e delle persone che vivono in strada”. È organizzata da 22 associazioni che si occupano dei senza dimora. Dalle ore 16 in piazza Santo Stefano fino a mezzanotte. Poi tutti nel sacco a pelo.

Apre a Milano Casa Emergency: “sarà uno spazio di pratica di diritti umani”

Gino Strada l’ha definito “uno spazio di pratica di diritti umani e l’occasione poter discutere di temi ridotti a quattro battute nei talk show televisivi”. Per inaugurare la nuova sede, Emergency ha organizzato una tre giorni di eventi, da venerdì 15 a domenica 17 settembre.

A Milano, rigenerazione urbana “dal basso” sui cantieri della nuova metro

E’ ufficiale la graduatoria dei 61 progetti, presentati da associazioni o singoli, per la vestizione artistica delle cesate della M4 che hanno partecipato alla call pubblica. La volontà del Comune e di M4 spa è quella di realizzare nel 2017 almeno 35 “Idee in cantiere”

Biblioteca vivente in Cascina Cuccagna: voci dal carcere

“Donne oltre le mura” è un progetto per 140 detenute delle carceri milanesi: attraverso un percorso personalizzato, potranno tentare di ricostruirsi una vita. Seguiranno corsi di formazione, laboratori, incontri alla Cascina Cuccagna. “È stato pensato sui bisogni di queste donne, che oltre ad essere recluse, sono anche madri e cittadine”. E 15 recluse si racconteranno attraverso la Biblioteca vivente, prevista per mercoledì 27 giugno

Giornata mondiale del rifugiato 2017, intervista all’UHNCR

Redattore Sociale ha intervistato Carlotta Sami, portavoce dell’Unhcr per il Sud Europa. Nel mondo 65,6 milioni di rifugiati, circa 300 mila in più rispetto al 2015, “incremento impressionante”. Preoccupano le situazioni di Siria e Sud Sudan. “L’Europa potrebbe gestire benissimo il fenomeno, creando canali legali di ingresso e favorendo ricongiungimenti familiari”.