Moda critica… in morbido legno! Nasce il marchio OOD

“Con un albero produciamo 200 borse e 150 paia di scarpe e per ciascun prodotto che vendiamo ne piantiamo uno. Chi sceglie OOD non si limita a difendere il mondo, contribuisce a renderlo un posto migliore.” Così recita il Manifesto del marchio OOD, appena lanciato, che utilizza come materiale Ligneah® morbido legno brevettato, idrorepellente, biodegradabile, Made in Italy, 100% Cruelty Free. L’inventrice, si chiama Marta Antonelli, classe 1986; approdata alla sua vocazione grazie…

Sono già 177 gli iscritti a Fa’ la cosa giusta! 2017

Ricominciamo… da 177: le centosettantasette aziende, associazioni, cooperative ad oggi iscritte a Fa’ la cosa giusta! 2017 (10-12 marzo Fieramilanocity). Vecchie conoscenze che da sempre sono il volto e l’anima della Fiera, e nuove realtà che salgono a bordo per la prima volta e che sin d’ora siamo lieti di conoscere e comunicare. Come il 177mo iscritto: Route220, una start up innovativa che offre servizi per la mobilità elettrica grazie ad…

Abbigliamento e sostanze tossiche: occhio a cosa ci mettiamo addosso

Dai metalli ai solventi, i nostri abiti contengono veleni. Ftalati, formaldeide, coloranti… il Sistema europeo di allerta rapido per i prodotti non alimentari piazza l’abbigliamento al primo posto della classifica per elementi chimici pericolosi. In un approfondito dossier pubblicato su Repubblica.it, tutto su cosa rischiamo, come funzionano i controlli e come possiamo difenderci.

Moda critica, celebriamo il Fashion Revolution Day

Il 24 aprile 2013, 1133 persone sono morte e molte altre sono state ferite quando il complesso produttivo di Rana Plaza, a Dhaka, in Bangladesh, è crollato. Nel ricordo di quella data, il “Fashion Revolution Day vuole essere il primo passo per la presa di coscienza di ciò che significa acquistare un capo d’abbigliamento, verso un futuro più etico e sostenibile per l’industria della moda, nel rispetto delle persone e dell’ambiente”.

Critical fashion, anticipazioni e novità

Tornerà anche quest’anno la sezione Critical Fashion, la vetrina della moda etica e sostenibile, dove il visitatore potrà trovare proposte di stile e design per ogni gusto e tasca. Tra le novità 2016: Stringimi al collo Eco-paper Creations attraverso il metodo della filatura con fuso, trasformano i quotidiani in eco-accessori originali privi di colle sintetiche.; il filato viene incerato naturalmente diventando così resistente all’umidità naturale della pelle.

Area progetti scuole

Durante i tre giorni di fiera, nell’area dedicata “Esponi il tuo progetto”, ciascuna delle Scuole partecipanti avrà a disposizione un proprio stand per presentare al pubblico progetti, idee e iniziative che possono essere considerate delle buone pratiche anche per gli altri istituti.
Ecco in anteprima alcuni dei progetti che i visitatori e le scolaresche in visita potranno conoscere, visitando gli stand.

Novità espositori sezione abitare, cosmesi, cibo, moda

Continuiamo a darvi una anteprima degli espositori che per la prima volta parteciperanno alla nostra Fiera, e che quindi scoprirete tra le novità di Fa’ la cosa giusta! 2016. Questa volta vi presentiamo alcune novità delle sezioni abitare, cosmesi, cibo, moda.

Proseguono le iscrizioni espositori, ancora tante novità

A Fa’ la cosa giusta! 2016, tanti gli espositori “storici” che sarà un piacere, come ogni anno, ritrovare; e molti anche i nuovi, che per la prima volta parteciperanno alla nostra Fiera. Qualche anticipazione sulle nuove realtà ad oggi iscritte.

Nuovi espositori edizione 2016: qualche anticipazione

Sei già stato tra i nostri visitatori? Allora ricorderai le tante e diverse sezioni espositive, che nella scorsa edizione hanno ospitato oltre 700 realtà… Ti invitiamo a pregustare sin d’ora la prossima Fiera, con qualche piccola anticipazione sui nuovi iscritti che potrai conoscere a Fa’ la cosa giusta! il 18-20 marzo 2016. L’Alveare che dice Si’! (Cibo e alimentazione) Una piattaforma attraverso cui sostenere il consumo prodotti locali di alta qualità, sfruttando…