Sta per nascere a Milano un grande orto urbano

Cereali antichi, erbe officinali, funghi shiitake e tanti ortaggi. Coltivati un città. L’idea è di Mauro Veca, apicoltore che ha in gestione la Linterno, un’antica cascina nel Parco delle Cave, periferia sud ovest di Milano. Il capoluogo lombardo è noto nel modo per la moda, la finanza, il terziario avanzato, ma pochi sanno che è anche un comune agricolo di tutto rispetto: dentro i suoi confini ci sono oltre 2.900 ettari coltivati e 95 aziende agricole. Una di queste è quella di Mauro Veca, da più di vent’anni apicoltore: ha avuto in concessione dal Comune, oltre alla cascina, anche due ettari e mezzo di terreno. Nella cascina ospita ogni mese centinaia di bambini e ragazzi delle scuole. Nei campi vuole realizzare un orto, con il sostegno di tutti. Per questo ha lanciato una campagna di crowdfunding: “Un Orto a Milano può essere una bella occasione per capire quanto e quale cibo sano possono restituire a Milano due ettari e mezzo della sua terra”, spiega.

Collaborano al progetto Ciboprossimo, una community di oltre 100.000 persone che si occupa di questi temi, Civiltà Contadina, Coltivare Condividendo, i “Miscugli di Salvatore Ceccarelli”, Seed Vicious e singoli Seed Savers che forniranno a Mauro innanzitutto semi liberi da brevetti e non modificati geneticamente. Con la Banca del Germoplasma del mais, il CREA-CI di Bergamo, verranno utilizzati semi di varietà tradizionali e dal mondo. L’Orto a Milano quindi servirà a produrre cibo, salvaguardare semi a rischio di estinzione e diventerà anche un libro aperto per i cittadini che vogliano capire qualcosa di più della biodiversità, delle coltivazioni biologiche. Il progetto prevede l’organizzazione di corsi, incontri, mostre e spettacoli.

La raccolta fondi servirà per l’acquisto di attrezzature, dell’impianto di irrigazione e di alcuni animali, come capre, pecore e galline ovaiole che andranno ad arricchire la fattoria didattica. Sul sito di produzionidalbasso.com sono previste le quote con cui ciascuno può contribuire alla nascita di Un orto a Milano e cosa avrà anche in cambio: dai prodotti alla partecipazione di corsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.