Tecnologia e cooperazione allo sviluppo: la sfida dell’innovazione


Quando: Sabato 24 marzo 15:00 – 16:00
Tipo: Incontro

Le caratteristiche della globalizzazione rendono necessaria una integrazione delle pratiche tradizionali. Anche la cooperazione può trarre innegabili benefici aumentando l’efficienza delle proprie metodologie e tecniche di intervento. Ad esempio i moderni mezzi tecnologici, come l’utilizzo di droni e immagini satellitari, possono rendere i soccorsi e le azioni di cooperazione internazionale più rapide, mirate ed efficienti: le esperienze di Medici Senza Frontiere, Intersos e Croce Rossa Internazionale lo dimostrano. Inoltre, le innovazioni nel campo Internet of Things (IoT) e nell’intelligenza artificiale (AI), consentono di raggiungere più persone in uno stesso momento, e consentono a quelle stesse persone di avere le informazioni di cui hanno bisogno istantaneamente, migliorandone l’accuratezza, aiutando a salvare vite e migliorare i servizi per le popolazioni coinvolte.

Alberto Solaro Del Borgo, Emergency Preparedness Coordinator per Africa Occidentale e Centrale (International Rescue Committee).
Gaia Guadagnoli, fondatrice e CEO di Bretmaps, studentessa del corso di Politiche per la Cooperazione Internazionale allo Sviluppo (Università Cattolica del Sacro Cuore

Organizzato da: Università Cattolica - Laurea in Cooperazione allo Sviluppo
Partecipazione: Gratuita
Per info e prenotazioni: marco.caselli@unicatt.it


Altri appuntamenti che potrebbero interessarti:

10:00–11:00
Con: Sarah Whitaker. Organizzato da: Unimont - centro d'eccellenza dell'Università degli Studi di Milano

12:00–13:00
Con: Daniele Caldara, Luca Iaboli, Marco Bobbio, Prof. Silvio Garattini, Roberto Satolli. Organizzato da: Slow Medicine

15:00–16:30
Organizzato da: CSI Milano e ASDO Carugate