“I signori del cibo”: viaggio nell’industria alimentare che sta distruggendo il pianeta

Quando: Sabato 11 Marzo 12:00 – 13:00
Tipo: Incontro

Secondo previsioni dell’Onu, nel 2050 saremo 9 miliardi di persone sulla Terra. Come ci sfameremo, se le risorse sono sempre più scarse e gli abitanti di paesi iperpopolati come la Cina stanno repentinamente cambiando abitudini alimentari? La finanza globale, insieme alle multinazionali del cibo, ha fiutato l’affare: l’overpopulation business.

Stefano Liberti, in dialogo con il giornalista Franco Vanni, ci presenta un reportage importante che segue la filiera di quattro prodotti alimentari – la carne di maiale, la soia, il tonno in scatola e il pomodoro concentrato – per osservare cosa accade in un settore divorato dall’aggressività della finanza che ha deciso di trasformare il pianeta in un gigantesco pasto.

Stefano Liberti pubblica da anni reportage di politica internazionale su diversi periodici italiani e stranieri. Per minimum fax ha scritto "A Sud di Lampedusa" con cui ha vinto il Premio Indro Montanelli e "Land grabbing".

Franco Vanni è giornalista presso il quotidiano "la Repubblica". Ha pubblicato il romanzo "Il clima ideale" (Laurana, 2015). Insieme al collega Andrea Greco ha in uscita presso Mondadori "Banche impopolari".

Organizzato da:
Partecipazione: Gratuita
Per info e prenotazioni:


Altri appuntamenti che potrebbero interessarti:

14:30–15:00
Organizzato da: Masseria Gianferrante

12:00–13:00
Con: Paolo Mottura. Organizzato da: Novamont Spa

18:00–19:00
Con: Camillo Brezzi, Ivano Cipriani. Organizzato da: Fondazione Archivio Diaristico Nazionale

16:00–17:00
Con: Gianni Barbacetto, Nando dalla Chiesa, Raffaele Liguori. Organizzato da: Melampo editore