No Brand, al Fuorisalone di Milano il design inclusivo

Dal ​9 al 14 aprile​, in occasione della ​Milano Design Week​, al Padiglione Messina 2 della Fabbrica del Vapore, si terrà ​”Design No Brand”​, l’evento dove creatività, ricerca stilistica e nuovi materiali si fondono con i principi dell’economia circolare, dell’inclusione sociale e della sostenibilità, organizzato da ​Milano Makers​,​ Giacimenti Urbani, Mediterranea​ e ​T12-lab​.

Architetti, artigiani, artisti, designer indipendenti e makers proporranno idee, progetti e prodotti innovativi, legati anche alla sostenibilità, sia per le materie prime utilizzate che per le applicazioni di uso. Prodotti di ​alta manifattura che rispondono all’esigenza di un ​design per tutti​, senza barriera alcuna e valorizzano l’integrazione sociale. T12-lab presenterà Void​: ​una selezione di oggetti di arredamento in acciaio realizzati con i materiali di scarto provenienti dall’azienda Abert ​(www.abert.it). In particolare gli sfridi di lavorazione di ​Abert si trasformeranno in ​oggetti per la tavola di uso quotidiano illuminati da sculture metalliche. La realizzazione dei manufatti avviene attraverso corsi di formazione per le persone sorde. Milano Makers e Das16.8 ​proporranno ​Digital Wood-Carnia​, collezione di piccoli complementi d’arredo realizzati con gli abeti provenienti dai boschi della Carnia (danneggiati dalle avversità atmosferiche dello scorso autunno) da un team di aziende artigiane del luogo e utilizzando le più recenti tecnologie digitali.

Contaminazione, inclusione, condivisione, ma anche versatilità, flessibilità e resilienza. Queste sono le parole chiave di ​World Made Design​: oggetti di ​urban design costruiti con tecniche semplici e materiali poveri e di scarto realizzati grazie a progetti di inclusione sociale e lavorativa di un gruppo di giovani richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale e umanitaria, in collaborazione con designer, artisti, grafici e paesaggisti. Il progetto è a cura di ​Mediterranea​, associazione non profit che ha la sua sede in un parco nel cuore di Roma, di proprietà della ​Congregazione della Missione​.

Ad animare gli spazi della Fabbrica del Vapore, tanti ​eventi, laboratori per grandi e piccoli, performance come il ​Restart Party​, per imparare a riparare vecchi apparecchi elettronici grazie ai consigli degli esperti di ​PCOfficina e Restarter Milano (domenica 14 aprile dalle 10 alle 14, gratuito), seguito da “Diritto alla riparabilità”, incontro dedicato all’importanza della possibilità di riparare gli oggetti.

Teatro e design si incontrano all’interno della performance inclusiva ​Side by Side​: i performer di Laboratorio Silenzio, ​gruppo teatrale composto da sordi e udenti, ​attraverso le “sedute relazionali” realizzate da ​T12-lab animeranno lo spazio del padiglione Messina 2, ​sperimentando forme di silenzio condiviso, c​reando interazioni con gli oggetti e invitando il pubblico a una partecipazione attiva, alla riscoperta di sé stessi, del proprio corpo, dell’altro. Il tutto ​rigorosamente in silenzio (sabato 13 e domenica 14 aprile alle 17, costo di partecipazione 5 euro).

Anche i bambini potranno apprendere nozioni di sostenibilità attraverso il gioco-laboratorio per piccoli designer “Giro Giro Tondo, Casca il Mondo, Casca la Terra, tutti giù per terra”, in cui potranno imparare a progettare dei giochi. I prototipi costruiti durante il laboratorio diventeranno parte una collezione di design realizzata in legno e ferro​. Seguirà merenda bio a cura di ​Mediterranea in collaborazione con ​Gustolab International Food System e Sustainability (Sabato 13 aprile alle 15, costo di partecipazione 5 euro).

Non mancheranno anche ​show cooking, degustazioni e happy hour ​a cura del ​Consorzio di vini del Monferrato ​e della ​Condotta Slowfood ​di Casale Monferrato​.

Redazione: Dario Paladini 5.04.019

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.