In memoria di Francesca Del Rosso

Come si reagisce ad un grande dolore? Ci si avvita su se stessi, ci si chiude a riccio, si piange di rabbia oppure si va al contrattacco, ci si rialza in piedi e a testa alta si affronta la salita? La resilienza è stata la parola chiave per la vita di Francesca Del Rosso (Wondy come pseudonimo), la giornalista blogger morta a 42 anni per un tumore contro il quale aveva lottato per anni con tutte le sue forze, ma senza mai perdere il sorriso

Wondy non c’è più, ma Wondy c’è ancora grazie al marito e agli amici che hanno voluto che nulla delle idee e dei progetti di Francesca, andasse perduto per sempre. Cosi è nata un’associazione (Wondy sono io), una mostra fotografica (In viaggio con Wondy) e un premio letterario (Premio Wondy). Tutte attività «in nome della resilienza».
(Valentina Baldisserri, Corriere della Sera)

Dal 22 giugno a Milano il NU Hotel ospiterà la mostra itinerante “In Viaggio con Wondy”:  17 pannelli raccontano i viaggi di Francesca dopo la scoperta della malattia e il suo atteggiamento sempre ironico e positivo. La mostra è gratuita e visitabile tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.00.

Anche i libri, a volte, raccontano storie che ci aiutano a tenere duro, a posare anche sulle difficoltà uno sguardo positivo: il Premio Wondy verrà assegnato da una giuria autorevole alle migliori opere edite di letteratura resiliente. Qui il bando.

Rispondi