A Roma una mostra fotografica per sostenere la Casa delle Donne

Dal 21 gennaio 2015 al 17 marzo 2017, ogni giorno, una finestra è stata postata su Instagram e Facebook. Tutte le finestre guardano verso l’esterno, tutte cercano la via di uscita. 791 finestre per sperare, sognare, desiderare e andare avanti.

“WindowOver” esprime la speranza di sconfiggere ogni tipo di impedimento, sia fisico che mentale. “Prigionie” dovute a mancanza dei diritti umani, a malattie invalidanti, a società dimenticanti, ma che grazie ad un impegno collettivo potranno essere sconfitte.

La mostra, realizzata dalla fotografa Antonella Di Girolamo, è dedicata al progetto SCIALUPPA. Per la durata della mostra si potrà, con una libera donazione, avere copia autografata e timbrata delle foto in mostra e il ricavato sarà devoluto a  SCIALUPPA: un progetto che vuole contribuire a rompere il muro di silenzio e di solitudine che isola le donne che vivono la condizione di violenza; creare un centro di empowerment per donne vittime di violenza o in difficoltà e per i/le propri/e figli/e; praticare un sistema di welfare “abilitante”; costruire una rete territoriale per integrare servizi e modelli innovativi di policy sociale. S.C.I.A.L.U.P.P.A. è un acronimo (Servizio di Cconsulenza, Informazione e Accoglienza nell’Urgenza Per Progetti di Autodeterminazione), ma è anche un’evocazione: lo strumento agile che può portare fuori dal disagio. E’ realizzato dal Consorzio Casa Internazionale delle Donne (CIdD) in partnership con  Be Free, Il Cortile, Cora Roma onlus.

LA MOSTRA
Location: La Casa Internazionale delle Donne
Palazzo del Buon Pastore Via della Lungara, 19 • 00165 Roma
ingresso libero
Dal 26 maggio al 10 agosto 2017
Inaugurazione: Sabato 27 maggio ore 17:00

—————————-

L’AUTRICE
Antonella Di Girolamo, fotografa e fotogiornalista freelance, si diploma all’Istituto di Stato per la Cinematografia e TV “Roberto Rossellini”. Lavora da oltre 20 anni per l’editoria italiana e straniera. Dopo essersi occupata di reportage, still life, foto concettuali ed elaborazioni digitali, negli ultimi anni si concentra sul fotoracconto e su progetti fotografici a tematiche sociali ed economiche.  Il suo precedente lavoro, “Apparent Million Age” è diventato una mostra itinerante in Italia. Al suo attivo ha diverse mostre, libri e pubblicazioni. Il suo archivio è online openversus.photoshelter.com Da qualche anno si occupa anche di formazione. Vive a Roma.

 

Rispondi