Manifesto di Fa’ la cosa giusta! 2019

Siamo sogni!

Strano, diventa tutto più difficile. 

Trovare un medico bravo (che ti prenda in carico come persona, non solo come epifenomeno di una singola patologia), capire i figli, averli anche, respirare aria buona, prevedere le stagioni. 

Diventa tutto più difficile per chi cerca un posto nuovo in cui vivere, e nuovi diritti. Per chi racconta e fa informazione restando libero da ogni interesse e da ogni potere. Per chi sogna un mondo più unito. 

Strano: nel momento in cui tutto diventa possibile – per la scienza, la tecnologia, per le enormi conoscenze e ricchezze che abbiamo accumulato – tutto, o molto, sembra allontanarsi, sfuggirci. Siamo sempre più interconnessi ma sempre più isolati, e l’isolamento ci infragilisce. 

Facciamo Fa’ la cosa giusta! anche per questo. Perché crediamo in una economia (e poi anche in una politica, uno sport, una scuola, un turismo, una tavola) fatta di relazioni, di persone che si prendono cura le une delle altre, persino delle future generazioni, non solo dei propri affari. La vita non è una fugace e talvolta vuota compravendita. Siamo sogni, e bellezza, e gratuità, e popolo. Siamo gioia, e impegno, e futuro. 

Come Greta, 16 anni: un giorno la settimana sciopera da scuola davanti al parlamento svedese contro l’inerzia della politica di fronte ai danni ambientali che il nostro modo di vivere produce e ai drammatici e veloci cambiamenti climatici che ne derivano.

Greta e altre migliaia di ragazzi e di giovanissimi hanno indetto per il 15 marzo ilGlobal Strike For Future”, una marcia, anzi uno sciopero generale per il futuro. È per lei e per tutte le Greta che verranno che facciamo questa fiera.

A tutti quelli che hanno lavorato per costruire questa edizione un grazie di cuore; e a quanti accettano la sfida di vivere in relazione, tutti, buona sedicesima Fa’ la cosa giusta!

(Foto: Alessia Gatta)

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.