Iris e Thibaut, in viaggio senza portafoglio

Se li vedete, invitateli!
Iris e Thibaut sono studenti francesi di economia. Li incontro che fanno l’autostop venerdì 20 maggio, mentre torno dal primo festival dell’innovazione sociale in Appennino (siamo in “territori resistenti“!), tra Langhirano e Torrechiara, in provincia di Parma. Sono al primo anno di università e, d’accordo con il loro professore, stanno studiando le possibilità di un’economia non monetaria. “Viviamo in una società dove tutto è monetizzato, e i valori umani quali la solidarietà, la fiducia, la condivisione rischiano di essere affogati. Quindi abbiamo deciso di fare un viaggio di 2 mesi senza soldi, senza una meta precisa, guidati solo dagli incontri con la gente, sperimentando tutti i modi di scambio non monetari possibili: lo scambio di servizi, il baratto, i doni, il recupero del cibo, spostandoci in autostop… per dimostrare che i soldi non devono e non possono essere un limite”.
Lì carico in auto fino a Milano, poi, siccome non sanno dove andare a dormire, li accolgo a casa nostra e per cena, come scambio, ci cucinano delle buonissime crepes. Ci raccontano di questa prima settimana di viaggio, delle persone incontrate, e di come hanno cercato di condividere il loro progetto: in Italia è stato facile ricevere cibo, ma impossibile fin qui essere ospitati nelle case. Sabato Iris ha un po’ di febbre, e quindi restano da noi ancora un giorno, e Thibaut insiste per aiutare nei lavori domestici. Domenica mattina, riposati e freschi, decidono di partire lasciandoci come dono 5 semi di girasole da piantare. Direzione… l’incontro e la condivisione! Ecco la loro foto: se li incontrate invitateli!

Redazione: Piero Magri, 23.05.016

Iris e Thibaut spiegano il loro progetto e raccontano il viaggio sul blog http://voyagersansargent.blogspot.it/

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.