L’economia che ci piace: condivisa e circolare

Economia circolare, tema che abbiamo trattato ampiamente in Fiera e che continuiamo a seguire. Eccoci ad aggiornarvi con una notizia e un evento. La notizia:

A dicembre dello scorso anno l’esecutivo europeo ha presentato il suo Pacchetto Economia Circolare, una complessa lista di misure e provvedimenti che dovranno essere recepiti a livello nazionale dai Ventotto. Per contribuire al processo decisionale europeo con osservazioni sul merito delle proposte legislative, la Commissione ambiente del Senato ha deciso di promuovere una consultazione pubblica sul pacchetto di misure al fine di poter arricchire integrare le raccolte di pareri già avviate dalla Bruxelles in merito all’impatto delle politiche dell’Unione sul territorio nazionale. Alla consultazione hanno partecipato cittadini, autorità pubbliche, imprese, Università e centri di ricerca. Le risposte ai quesiti sono state raccolte in un dossier… (continua, su Rinnovabili.it, 19.05.016)

E l’evento: sbarca in Piemonte la “Circonomia”. È la nuova frontiera proposta dalla cosiddetta “economia circolare”, basata su riciclo, riuso e recupero, e che può essere definita una fusione virtuosa tra interesse economico e interesse ambientale, non più contrapposti. Per tre giorni, dal 20 al 22 maggio, tra Alba, Fossano e Novello, il cuore delle Langhe, si svolgerà tra incontri, eventi e dibattiti il primo Festival dell’Economia Circolare:

pensato per un pubblico largo e non solo di “addetti ai lavori”, ha l’ambizione di “mettere in mostra” le idee, le discussioni, le economie, le buone pratiche imprenditoriali e amministrative, i cambiamenti sociali e culturali che hanno in comune l’attenzione al paradigma ecologico, al tema del rapporto tra l’agire umano e la salute degli ecosistemi, e che già stanno trasformando i modi di produrre e di competere nell’economia e gli stili di vita nella società.  Circonomia sarà già da questa prima edizione un Festival diffuso e policentrico, come diffusa e policentrica è l’economia circolare. E collegherà strettamente la riflessione sull’economia circolare alla dimensione dello sviluppo locale: per questo si svolge in Piemonte, dove sono nate e hanno avuto successo significative esperienze di economia circolare, dalla chimica verde al modello agroalimentare a «chilometro zero» (continua su La Stampa, 19.05.016)

Negli stessi giorni, 20-22 maggio, si inaugura nel capoluogo estense il Ferrara Sharing Festival, che promuoverà il confronto sulle sfide poste dal cambiamento strutturale che sta trasformando il volto dell’economia mondiale. Istituzioni, Associazioni ed esperti del settore indagheranno le risposte da offrire a cittadini sempre più consapevoli e attenti a formule di consumo che prediligono l’accesso a beni e servizi, piuttosto che il loro possesso. Lo conferma il recente studio della società di rilevazione Tns secondo cui il 70% degli italiani conosce la sharing economy e di questi circa il 25 (il 17% sul totale), ne ha utilizzato i servizi nel 2015. Tutte le info e il programma sul sito.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.