Il consumo critico: una relazione solidale tra chi acquista e chi produce

Forno-Graziano_banner
Data - Ora Luogo Categorie
19/03/2016 - 14:00 - 15:00 Sala Antonio Greppi

Fair trade, eco villaggi, transition towns, banche del tempo, slow fashion. E’ il vocabolario del consumo innovativo, in cui contano non solo il prezzo e la qualità dei prodotti, ma anche il comportamento dei produttori e la sostenibilità ambientale e sociale della filiera produttiva. Stiamo parlando di un movimento eco-solidale, variegato arcipelago di esperienze nate come strumento di autodifesa contro un sistema di scambi globali e concorrenziali incapace di fronteggiare problemi ambientali e sociali: una rivoluzione negli stili di vita, efficace anche per modificare il comportamento delle imprese. Il libro di Francesca Forno e Paolo R. Graziano, edito da Il Mulino, di cui si parlerà in questo incontro ripercorre le forme più diffuse in Italia del consumo critico, mostrandone la possibile influenza sui processi decisionali e la capacità di ricreare legami di solidarietà dentro e fuori il mondo del lavoro.

ConFrancesca Forno, docente di Fondamenti di sociologia e Sociologia dei consumi all’Università di Bergamo, dove coordina le attività di ricerca dell’Osservatorio Cores (Consumi reti e pratiche di economie sostenibili). Tra i suoi lavori La spesa a pizzo zero. Consumo critico e agricoltura libera: le nuove frontiere della lotta alla mafia (Altreconomia, 2011)
Piero Magri, direttore esecutivo di Terre di mezzo, da 12 anni è uno dei responsabili di Fa’ la cosa giusta!, e quindi attento al “mondo del consumo critico” visto dalle aziende, dai consumatori e dalle istituzioni. E’ anche l’organizzatore della Scuola delle buone pratiche per amministratori pubblici che hanno realizzato delle pratiche virtuose nel loro amministrare.

A cura diIl Mulino, Società editrice attiva a Bologna dal 1954, pubblica saggistica di varie aree disciplinari e di ricerca: storia, filosofia, linguistica, critica letteraria, antropologia, psicologia, sociologia, scienza politica, economia, diritto. Le pubblicazioni del Mulino comprendono un ampio catalogo di riviste e una ricca produzione di libri dal profilo differenziato e si rivolgono ad un pubblico di studiosi, studenti e lettori attenti. Da alcuni anni il Mulino affianca all’attività editoriale un calendario di eventi culturali intesi come occasione di incontro con la cultura e la riflessione.

Partecipazione: gratuita
Per info e prenotazioni: info@mulino.it

0

Rispondi