Aziende terremotate: desideriamo ospitarvi a Fa’ la cosa giusta!

Giuseppe alleva maiali allo stato brado nel mezzo dei monti Sibillini, precisamente nella valle di Patino, nel comune di Norcia. Da 12 anni ha scelto di ripercorrere le orme del nonno, rispolverando le sue tecniche di allevamento, che si sono dimostrate essere efficaci in termini imprenditoriali e in perfetta sinergia con l’ambiente. Per gente come lui, rimasta senza casa, nelle zone devastate dal sisma, non è forse la prima necessità, ma sarà cruciale, in prospettiva, far ripartire il lavoro e l’impresa, che ora appare in ginocchio.

Pensando proprio a Giuseppe e ai tanti allevatori, agricoltori, imprenditori che come lui hanno bisogno di aiuto per ricominciare, desideriamo ospitare gratuitamente a Fa’ la cosa giusta! 2017, con il vostro aiuto, le aziende terremotate (ecco come fare per partecipare, da espositori e da ospitanti).

Alcune di queste realtà le conosciamo direttamente, altre grazie a Fa’ la cosa giusta! Umbria, la fiera locale del nostro circuito che si tiene ogni anno ad ottobre.  Legambiente, tra gli organizzatori della fiera, insieme ad altre associazioni, ha deciso di aiutare Valentina Fausti di Maiale brado di Norcia e altre aziende gestite da giovani con la raccolta fondi www.rinascitacuoregiovane.it

Chiara Serenelli, co-autrice per Terre di mezzo Editore della guida alla via Lauretana che, conducendo da Loreto ad Assisi, attraversa molti dei territori colpiti dal recente terremoto, ha lanciato un accorato appello perché si tenga in considerazione la possibilità di “essere tutti partecipi di una buona ripresa, anche con semplicissimi gesti, continuando a pensare di programmare le vacanze sui Sibillini (naturalmente ora è impensabile, ma torneranno ad essere montagne accoglienti e praticabili, con il dovuto rispetto dei luoghi e delle comunità locali); sostenere il Parco Nazionale e le sue attività (al momento non ha più né sede né sostanzialmente possibilità di svolgere la sua normale attività, anche se il personale si sta comunque brillantemente mobilitando per un ritorno ad una pseudo normalità); sostenere gli altri enti colpiti, come l’Università di Camerino; comprare e regalare i prodotti locali  (www.terremoviamoci.it).

E noi, qui a Milano? Abbiamo pensato che c’è qualcosa che che possiamo fare, noi come evento fieristico, e voi come visitatori, insieme:

Sei un’azienda, associazione, cooperativa che opera sui territori terremotati? Contattaci per l’assegnazione gratuita di uno spazio a Fa’ la cosa giusta! 2017

Sei un amico o visitatore di Fa’ la cosa giusta!, abiti a Milano e dintorni? Contattaci per offrire la tua disponibilità ad ospitare uno degli espositori che verranno dalle aree terremotate, nei giorni di Fa’ la cosa giusta! 2017

Rispondi